Seleziona una pagina

Round Zero è il nuovo disco dei Pugile, trio elettronico strumentale con base a Torino. L’ascolto ci ha incuriosito molto, tanto che abbiamo chiesto loro di raccontarci l’album traccia dopo traccia.

Shabadà

“Se diventassi la vittoria o il traguardo, sarei finito. Se il podio, le luci dei flash della macchine fotografiche, il mio nome riecheggiante nell’arena, il miglior avversario da battere, la cintura, i soldi fossero quello che desidero, sarei polvere. Ma io sono lo sguardo di noi due mentre ci fissiamo le pupille e non voglio cedere neanche l’iride. Sono il paradenti che stringo per lo sforzo l’attimo prima di sferrarti un gancio ben piazzato sul mento. Sono tutte le corde saltate, i chilometri corsi, i sacchi colpiti e gli sparring partner che mi hanno aiutato e che ringrazio. Sono il male ai muscoli, la frustrazione e la rabbia che diventa impegno. Se non fosse così i miei guantoni sarebbero vuoti e troppo leggeri per mandarti K.O. Se non fosse così, non sarei abbastanza vivo per rimanere in piedi.”

http://www.dlso.it/site/2015/12/03/pugile-round-zero-disco-raccontato